Lo scrub è un esfoliazione delle pelle permette di rimuovere lo strato superficiale dell’epidermide, costituito per lo più da cellule morte o materiale estraneo al nostro corpo (come polvere, smog o altre particelle inorganiche).

Tali tecniche vengono realizzate solitamente massaggiando la pelle con prodotti che  contengono all’interno particelle prodotti che contengono particelle dotate di peculiarità abrasive (meccaniche o chimiche), che favoriscono il processo di esfoliazione della pelle.

Gli scopi principali dello scrub sono:

  • favorire l’ossigenazione del tessuto cutaneo, aiutando così a mantenere una pelle tonica e in “buona salute”;

  • eliminare delle cellule morte, per favorire il rinnovamento della cute;

  • questa tecnica previene il fastidioso incarnimento dei peli

Lo scrub propriamente detto è una tecnica di esfoliazione di tipo meccanico, adatto per corpo e viso. L’effetto esfoliante o de-squamante viene infatti ottenuto infatti sfruttando elementi solidi, quali sali, semi, o polveri di dimensioni significative, mischiate ad un fluido di mutevole densità.

Il composto ottenuto è in grado di provocare un’azione meccanica direttamente a contatto con la pelle, rimuovendo strati morti delle cellule epidermiche e favorendo il rinnovamento.

Lo scrub come soluzione esfoliante è consigliato soprattutto per le zone epidermiche che mostrano un significativo ispessimento della pelle, dove un’azione meccanica più (ma non troppo) aggressiva potrebbe apportare notevoli benefici.

Lo scrub consente anche la pulizia del corpo da tutte quelle impurità  contrasta il naturale processo di invecchiamento della pelle, favorendo la formazione di cellule sane e giovani. Dona lucentezza e morbidezza alla pelle, mantenendola liscia e levigata e attenuando l’effetto buccia d’arancia.