esercito giapponese seconda guerra mondiale

Un alto funzionario di Tokyo ha più o meno chiesto scusa per questo orribile crimine nel 1993... Ieri, a malincuore ha riconosciuto il 1993 come l'anno delle scuse, ma solo come parte di una dichiarazione preventiva del suo governo che avrebbe rifiutato la chiamata, ora in attesa delle scuse ufficiali del congresso degli Stati Uniti. Entro la fine del 1930, l'aumento del militarismo in Giappone creò somiglianze almeno superficiali tra la più ampia cultura militare giapponese e quella della Germania nazista del personale militare d'élite delle Waffen-SS. In molti casi, questo venne causato dai sempre più crescenti attacchi alleati sui posti di alimentazione giapponesi, e la morte e la malattia del personale giapponese a causa della fame. Le uniformi delle GSDF sono grigie-blu, il personale della MSDF indossa il vestito blu tradizionale, servizio bianco, e uniformi da lavoro color khaki; e il personale della ASDF indossa una sfumatura più chiara del blu indossato dall'Air Force degli Stati Uniti. Di questi, vorrei suggerire che tra i 6 milioni e gli 8 milioni erano di etnia cinese, indipendentemente da dove risiedevano". Durante la Seconda guerra sino-giapponese, i giapponesi seguirono quella che venne definita come una "politica di abbattimento", anche contro le minoranze degli Hui musulmani in Cina. Secondo lo storico Akira Fujiwara, l'imperatore Hirohito ratificò personalmente la decisione di rimuovere i vincoli del diritto internazionale (Convenzione dell'Aia) sul trattamento dei prigionieri di guerra cinesi nella direttiva del 5 agosto 1937. Gli Stati Uniti sono i principali responsabili delle attività offensive. Il 30 luglio 2007 la Camera dei rappresentanti approvò la risoluzione, mentre Shinzo Abe disse che questa decisione è stata "deplorevole". Mantenendo i patti di sicurezza tra Giappone e Stati Uniti e la politica esclusivamente difensiva imposta dalla costituzione, questo programma ha migliorato le capacità difensive giapponesi. Il rapporto giapponese dichiarò che "l'effetto del gas sembra considerevole". Ad esempio, durante la Battaglia di Wuhan da agosto a ottobre 1938, l'imperatore autorizzò l'uso di armi chimiche in 375 occasioni, nonostante la Convenzione dell'Aia (1899) IV, 2 Dichiarazione sull'uso dei proiettili il cui obiettivo è la diffusione di gas asfissianti o indelebili e l'articolo 23(a), della Convenzione dell'Aia (1907) IV- Le leggi e gli usi della guerra di terra. Nel 1992 la forza totale delle tre branche delle SDF era di 246.400 uomini. La Rikujō Jieitai, Kaijō Jieitai e la Kōkū Jieitai gestiscono a rotazione i festeggiamenti. Le forze armate furono chiamate Forza di autodifesa Terrestre (GSDF), Forza di autodifesa Marittima (MSDF), Forza di autodifesa Aerea (ASDF), anziché esercito, marina e aeronautica militare. Le forze imperiali giapponesi impiegarono un utilizzo diffuso della tortura sui prigionieri, in genere, nel tentativo di raccogliere rapidamente informazioni militari. I termini "donne di conforto" (Ianfu) o "donne di conforto militare" (Jugun-ianfu) sono eufemismi per le donne dei bordelli militari giapponesi nei paesi occupati, che vennero spesso reclutate con l'inganno o rapite e costrette alla schiavitù sessuale. Nel 1976 il Giappone ha ratificato il Trattato di non proliferazione di armi nucleari (adottato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nel 1968) e ha ribadito la sua intenzione di non "sviluppare, usare, o consentire il trasporto di armi nucleari sul proprio territorio" in nessun caso; questa politica per quanto severa ed efficace è stata spesso elusa o ignorata dall'alleato statunitense che ha saltuariamente trasportato nelle acque territoriali nipponiche armi nucleari (come nel caso dell'impennata della radioattività nel Porto di Sasebo, nel 1968, quando la marina statunitense introdusse armi atomiche con la portaerei Enterprise e il sommergibile nucleare Swordfish). I crimini commessi cadono anche sotto altri aspetti del diritto internazionale e giapponese. Yoshimi sostenne che ci fosse un legame diretto tra le istituzioni imperiali come la Koain e le "stazioni di conforto". Come mai? Alcuni libri di testo giapponesi descrissero solo brevi riferimenti ai vari crimini di guerra e membri del Partito Liberal Democratico come Shinzo Abe negarono alcune delle atrocità, ad esempio il coinvolgimento del governo nel rapire donne da impiegare alla stregua di Comfort women (schiave del sesso). Una donna di conforto olandese-indonesiana, Ruff O'Hearn (ora residente in Australia), che ne diede prova al comitato degli Stati Uniti, disse che il governo giapponese aveva omesso di assumersi la responsabilità per i suoi crimini, che non voleva pagare un risarcimento alle vittime e che voleva riscrivere la storia. Le condizioni generali della vita militare fanno sì che una carriera nella SDF non sembri allettante come quella in una industria privata o nell'amministrazione pubblica. In più la SDF partecipò alle operazioni di prevenzione terremoti e aveva a disposizione una grande quantità di ordigni esplosivi risalenti alla II Guerra Mondiale, specialmente ad Okinawa. Secondo Wan lei, "In un villaggio Hui nella contea di Hebei, i giapponesi catturarono venti uomini Hui fra i quali vennero impostati gratuitamente solo due uomini più giovani verso la "redenzione" e vennero sepolti vivi fra i diciotto uomini Hui. Secondo Yoshimi e Seiya Matsuno, l'imperatore Hirohito firmò gli ordini che specificavano l'uso di armi chimiche in Cina. A differenza di molte altre grandi potenze, il Giappone non aveva firmato la Convenzione di Ginevra del 1929 (anche nota come la "Convenzione relativa al trattamento dei prigionieri di guerra"), Ginevra 27 luglio 1929, che era la versione che copriva il trattamento dei prigionieri di guerra durante la Seconda guerra mondiale. La SDF è composta interamente da volontari. Otto incursori aerei catturati al momento dello sbarco in Cina (e a conoscenza dell'esistenza della legge di "The Enemy Airmen") furono i primi membri di equipaggi alleati ad essere portati davanti a un Tribunale canguro a Shanghai ai sensi della legge, accusati di presunto (ma non dimostrato) bombardamento sui civili giapponesi durante l'incursione aerea. La SDF non è mai stata impiegata in azioni di polizia, ed è improbabile che in futuro le vengano assegnati compiti di sicurezza interna. L'opinione pubblica, ancora in gran parte pacifista e antimilitarista, percepì queste mosse come una sfida all'articolo 9 della costituzione del Giappone portando come risultato un inasprimento del sentimento antimilitarista stesso. A quei tempi, appena dopo l'orribile sconfitta della II Guerra Mondiale, molte persone hanno smesso di credere che le forze militari potessero mantenere la pace o servire gli interessi nazionali. Le uniformi di tutte e tre le branche delle Forze di autodifesa (SDF) sono simili nello stile a quelle indossate dalle forze armate degli Stati Uniti. Specialmente attenta a mantenere relazioni armoniose con le comunità che abitano vicino alle basi, la SDF ha costruito nuove strade, reti di irrigazione, e scuole in queste aree. All'epoca dell' impero giapponese, si teneva invece il giorno della commemorazione dell'esercito, celebrato ogni 10 marzo, in commemorazione della vittoria della battaglia di Mukden. Nel 1976, il primo ministro Takeo Miki annunciò che la spesa per la difesa sarebbe dovuta rimanere entro l'1% del prodotto interno lordo del Giappone (PIL),[2] un limite che è stato osservato fino al 1986. Durante gli ultimi mesi della Seconda guerra mondiale, il Giappone aveva previsto di utilizzare la peste come arma biologica contro i civili statunitensi di San Diego in California durante l'Operazione Cherry Blossoms di notte, sperando che la peste avrebbe diffuso tanto terrore per la popolazione americana, e quindi dissuadere l'America dall'attaccare il Giappone. L'Agenzia tenta di fermare queste pratiche minacciando sanzioni per non aver rispettato la firma dei contratti della difesa e con accordi privati con compagnie industriali private. Ad esempio, un prigioniero di guerra indiano, un havildar Changdi Ram, testimoniò che: "[Il 12 novembre 1944] il Kempeitai decapitò un pilota [Alleato], ho visto da dietro un albero e ho guardato un po' dei tagli giapponesi sulla carne sulle sue braccia, gambe, fianchi, glutei e lo portarono via nei loro alloggi... L'hanno tagliato in piccoli pezzi e frissero essi". Anche il Giappone ebbe un esercito di Polizia segreta che agiva come forza all'interno del Dai-Nippon Teikoku Rikugun, noto come Kempeitai, che assomigliava alla Gestapo nazista nel suo ruolo nei paesi annessi e occupati, ma che esisteva da quasi un decennio prima della nascita di Adolf Hitler. Secondo le conclusioni del tribunale di Tokyo, il tasso di mortalità fra i prigionieri di guerra provenienti dai paesi asiatici, inflitto dal Giappone, fu del 27.1%. Lo storico Mitsuyoshi Himeta riferisce che la Politica dei tre assi (Sanko Sakusen) venne realizzata in Cina nel 1942-1945 ed era in sé responsabile della morte di "più di 2,7 milioni di civili cinesi". Il piano venne fissato per la notte del 22 settembre 1945, ma il Giappone si arrese cinque settimane prima. Le forze armate giapponesi sono il 7° esercito più potente del mondo.[1]. Secondo Rummel, "Questo democidio [cioè, la morte del governo] è dovuto a una strategia politica e militare di bancarotta morale, convenienza militare e personalizzata e la cultura nazionale". I crimini di guerra giapponesi (descritti come olocausto asiatico[2] o atrocità di guerra giapponesi)[3][4] avvennero in molti paesi dell'Asia e del Pacifico durante il periodo dell'espansionismo giapponese, soprattutto durante la seconda guerra sino-giapponese e la seconda guerra mondiale. Un ex ufficiale dell'esercito giapponese che servì in Cina, Uno Shintaro, dichiarò: "I principali mezzi per ottenere intelligence è quello estrarre informazioni interrogando i prigionieri. Gran parte delle controversie sul ruolo del Giappone nella seconda guerra mondiale ruotano attorno ai tassi di mortalità dei prigionieri di guerra e civili sotto l'occupazione giapponese. I candidati ufficiali, gli studenti della Accademia nazionale per la difesa e del Collegio di medicina per la difesa nazionale, e gli studenti candidati per l'arruolamento in scuole tecniche sono iscritti per un periodo di tempo indeterminato. Le riserve contano di circa 48.400 unità. Le abitazioni dei soldati sono spesso sotto gli standard del Giappone, e i fondi militari per il mantenimento delle strutture sono concentrati sull'accontentare le comunità civili vicino alle basi piuttosto che sul miglioramento delle strutture all'interno delle basi stesse. I criminali di guerra di "classe B" erano colpevoli di crimini di guerra in sé, e i criminali di guerra di "classe C" erano colpevoli di Crimini contro l'umanità. Pur essendo militari, il personale della SDF è pagato secondo i livelli di retribuzione utilizzati per i civili, che non sempre distinguono il grado. Durante l'Occupazione giapponese delle Filippine, quando un Moro lanciò un attacco suicida contro i giapponesi, i giapponesi avrebbero massacrato l'intera famiglia o villaggio dell'uomo. Assassinare e seppellire seguiva naturalmente. Insieme con i Crimini di guerra e i Crimini contro l'umanità (oneri dal 53 al 55), Tojo fu tra i sette dirigenti giapponesi condannati a morte e giustiziati tramite Impiccagione nel 1948, Shigenori Togo ricevette una condanna di 20 anni, Shimada ricevette una condanna a vita e Nagano morì per cause naturali durante il processo del 1947. Joseph B. Keenan, il procuratore capo del processo di Tokyo disse che l'attacco a Pearl Harbor non solo accadde senza una dichiarazione di guerra, ma fu anche un atto infido e ingannevole. Le missioni militari sono formulate in maniera molto generica, lasciando gli aspetti specifici aperti ad un'ampia interpretazione. Il servizio aeronautico dell'esercito imperiale giapponese prese parte nella conduzione di attacchi biologici e chimici sui cittadini nemici sia durante la Seconda guerra sino-giapponese sia durante la Seconda guerra mondiale e l'uso di tali armi nella guerra era generalmente vietato dagli accordi internazionali sottoscritti dal Giappone, comprese le Conferenze internazionali per la pace dell'Aia (1899 e 1907), che vietavano "l'uso di veleni o armi avvelenate" in guerra. Allo stesso modo, il comportamento dei militari giapponesi nella Prima guerra mondiale (1914-1918) era almeno altrettanto umano come quello degli altri militari, con alcuni prigionieri di guerra tedeschi che passarono in modo gradevole la loro vita in Giappone e che soggiornarono e si stabilirono in Giappone dopo la guerra. Dopo il Bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki durante la Seconda guerra mondiale, l'esercito giapponese torturò un pilota di caccia P-51 Mustang catturato di nome Marcus McDilda per scoprire quante armi nucleari gli Alleati avevano e quali erano gli obiettivi futuri. Sia nei bordelli militari che nei villaggi, abbiamo violentato senza reticenze". Una delle più famose era l'Unità 731 sotto Shirō Ishii. Per compiere le sue missioni, la SDF manterrebbe una sorveglianza, pronta a rispondere ad attacchi diretti e indiretti, sarà capace di gestire il comando, le comunicazioni, la logistica e l'addestramento di supporto, e sarà disponibile per l'assistenza nei disastri. Tra i suoi obiettivi specifici c'era il miglioramento della difesa aerea modernizzando gli aerei intercettatori e i missili terra-aria, migliorando la guerra anti-sottomarina e le pattuglie di aerei anti-sottomarino, migliorando l'intelligence, la ricognizione, il comando, il controllo e le comunicazioni. Mostra di più » Evoluzione in mappe della seconda guerra mondiale. Ora però la situazione era diversa: già nel conflitto precedente i sommergibili avevano dimostrato la loro pericolosità e adesso c'erano anche gli aerei. Circa 3.000 soldati cinesi erano nella zona e 1.600 vennero colpiti. Queste ultime due giornate venivano festeggiate dal 1906 fino alla fine della seconda guerra mondiale, nel 1945. Abe negò che si riferiva alle stazioni e disse: "Non ci sono prove per dimostrare che non c'era la coercizione, non c'è nulla per sostenerlo". Così il 24 gennaio del 1987, in una riunione straordinaria, il gabinetto abolì questo tetto. Secondo la legge internazionale di oggi, vi è la possibilità che il Trattato di annessione nippo-coreano fosse illegale, in quanto le popolazioni indigene non erano state consultate, ci fu una resistenza armata contro le annessioni del Giappone, e crimini di guerra possono anche essere stati commessi durante la Guerra civile. Quando una nazione si avvale dell'inganno e del tradimento, con periodi di trattative e gli stessi negoziati come un mantello a programmare un attacco perfido, poi c'è un ottimo esempio del crimine di tutti i crimini". Le vittime vennero sottoposte ad esperimenti, tra cui, vivisezione e amputazioni senza anestesia e la sperimentazione di armi biologiche. Se fossi stato un prigioniero di guerra dei Tedeschi (Britannico, Americano, Australiano, Neozelandese o Canadese, ma non Russo) avresti avuto una probabilità del 4% di non sopravvivere alla guerra; il tasso di mortalità dei prigionieri di guerra dei Giapponesi fu invece quasi del 30%.». Un altro esempio è la Battaglia di Yichang nel mese di ottobre del 1941, durante il quale il "19º Reggimento Artiglieria" aiutò la "13ª Brigata" della IJA 11th Army lanciano 1.000 proiettili a gas gialli e 1.500 proiettili a gas rossi alle forze cinesi. Le Jieitai (in giapponese: 自衛隊), in italiano Forze di autodifesa del Giappone traduzione trasposta dall'inglese Japan Self-Defense Forces (abbreviato JSDF), sono l'insieme delle forze armate nipponiche, create dopo la fine della seconda guerra mondiale. Come riflesso della natura difensiva della JSDF, il termine giapponese per nominarla è 軍 (gun), e i termini esercito, aviazione e marina militare non vengono mai usati nei documenti ufficiali. Molti aviatori alleati catturati dai giapponesi in terra o in mare vennero giustiziati in conformità con la politica ufficiale giapponese. L'arma a cui i membri delle forze terrestri sono associati è indicata da colori distintivi: per la fanteria, il rosso; per l'artiglieria, il giallo; per i corazzati, l'arancio; per i genieri, il viola; per gli addetti agli armamenti, il verde chiaro; per i dottori, il verde; per l'aviazione militare, l'azzurro; per gli addetti ai segnali, il blu; per il commissariato, il marrone; per l'arma dei trasporti, il viola scuro; per il reparto aereo, il bianco; e per gli altri, il blu scuro. Molti arruolati sono attirati dalla prospettiva di lavori civili ben retribuiti, e gli ufficiali dell'Agenzia di Difesa si lamentano che le industrie private stanno attirando con il denaro il loro personale. A partire dall'ottobre 1987, l'Associazione di Collocamento delle SDF dà supporto gratuito per il reinserimento nel mondo del lavoro. Ho visto personalmente che questo accadde e circa 100 prigionieri furono mangiati in questo luogo dai giapponesi. Il giorno dopo l'attacco a Pearl Harbor, il Giappone dichiarò guerra agli Stati Uniti e gli Stati Uniti dichiararono guerra al Giappone in risposta lo stesso giorno.

Brescia - Genova Flixbus, Stupendo Vasco Testo, Accordi Elisa Promettimi, Calcolo Indennità Di Direzione Dsga 2020/21, Gli Appennini Maestre Svalvolate, Nomi Femminili Antichi, Piccola Iena Testo Moder, I 50 Delitti Che Hanno Cambiato L'italia,